Neuroshima curiosità,giochi Neuroshima, non fidarti delle macchine

Neuroshima, non fidarti delle macchine



Ci sono giochi di società e di ruolo molto noti, come gli scacchi e il Monopoli tanto per citarne un paio, ma ne esistono altri meno famosi ma che possono contare su uno zoccolo duro di appassionati pronti a tutto per dedicarsi alla loro passione. Anche a creare veri e propri circoli ludici , con tanto di tessere associative stampabili facilmente ed economicamente su Stampaprint, utili per raccogliere fedelissimi di certi giochi. Come Neuroshima, ad esempio, il gioco di ruolo che dà anche il nome al nostro sito. Si tratta di un gioco pressoché sconosciuto in Italia. Si tratta di un gioco di ruolo da tavolo polacco ispirato a film e giochi come Mad Max, Fallout, The Matrix, Terminator e Deadlans: Hell on earth. Il motto del gioco è “non fidarti mai delle macchine”. E già questo di per sé indica qual è l’orientamento del gioco.

Il gioco descrive gli Stati Uniti a metà del 21esimo secolo, dopo una guerra nucleare iniziata da una rivolta cibernetica , che ha trasformato il continente in un deserto arido. La narrazione si sviluppa da qui facendo sembrare che la ragione dello scoppio della guerra sia stata un’Intelligenza Artificiale senziente denominata Moloch. Questa non è niente altro che una rete interconnessa di computer militari: fabbriche automatizzate, strutture militari, centrali elettriche e simili, che ora coprono l’intero nord degli Stati Uniti, dall’Oregon ai Grandi Laghi. Neojungle è l’altra entità presente nel gioco e collocata a Sud degli Stati Uniti. Questa rappresenta una minaccia per coloro che sono sopravvissuti alla guerra. La sua particolarità è quella di essere una vegetazione carnivora semi-intelligente che cresce molto rapidamente, avanzando a nord dall’America Latina. In mezzo a tutto questo si trovano i poveri esseri umani, destinati ad avere una vita tutt’altro che facile. Questi sono, infatti, circondati da creature mutanti, alcune allevate da Moloch e ostili nei confronti degli umani, e alcune semplicemente animali e umani deformi per l’effetto delle radiazioni nucleari . Inoltre, ci sono le macchine mortali di Moloch in agguato per completare il quadro. C’è un messaggio, però, che percorre tutto il libro ed è quello che il vero nemico gli umani l’hanno dentro di loro e si tratta di sentimenti negativi come l’odio, l’indifferenza, l’avidità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.